Museo dell'Agro Foronovano

Ultima modifica 14 ottobre 2021

Il museo intende valorizzare il patrimonio culturale e ambientale dell'area corrispondente a Forum Novum e al suo territorio, compreso tra il Tevere e i monti Sabini.

Nel territorio di Torri, in località Vescovio, sorgono le rovine dell'antico municipio romano di Forum Novum. Questo municipio della Sabina tiberina, unico in confronto agli altri, non sorse su un insediamento precedente alla conquista romana, ma, come attesta chiaramente lo stesso toponimo, fu una fondazione recente, d'età romana.
L'abitato era stato costruito su di terrazzo alluvionale, quasi alla confluenza di due corsi d'acqua a regime torrentizio, e all'incrocio di due strade secondarie che collegavano il nuovo centro tanto alla via Flaminia quanto alla Salaria.

Forum Novum sta ad indicare proprio un “nuovo foro”, edificato sul luogo in cui ne sorgeva uno più vecchio, sabino. Il foro è quel luogo nel quale la città vive a tutti gli effetti: vi si sviluppano mercati, si incontrano le personalità della zona, si amministra la leva militare, vengono affissi gli editti dei magistrati romani. Proprio per questa molteplicità di funzioni sorgevano in corrispondenza di grandi nodi viari, per inserirsi nelle direttrici dei grandi commerci e delle vie di comunicazione.

Alcuni scavi effettuati alcuni decenni fa hanno riportato in luce gran parte della zona pubblica dell'abitato. Il foro, la basilica, alcune botteghe, un tempio, mentre lungo le vie di accesso sono ancora ben visibili i nuclei, più o meno conservati, di alcuni monumenti funerari e delle arcate d'un acquedotto

Link